Il giorno del silenzio di Bali, o Nyepi in lingua locale, è una tradizione induista radicata nella storia e osservata per celebrare il tradizionale anno nuovo del calendario Saka, il calendario indiano usato anche dagli induisti indonesiani.

Durante questa giornata particolare l’isola si ferma: i rumori, la musica, i trambusti delle auto e dei motorini lasciano il posto ad un silenzio assordante, reso obbligatorio dalle rigide regole religiose. Persino l’aeroporto internazionale di Denpasar chiude per 24 ore! Il Nyepi dura dalle 6 del mattino alle 6 del mattino del giorno successivo, e viene osservato anche nelle isole vicine, come ad esempio Nusa Lembongan.

Le celebrazioni

Sebbene per i turisti il Nyepi sia poco più di una scocciatura, per i locali rappresenta una celebrazione molto importante: essi si preparano meticolosamente fin dalla sera precedente, quando bruciano le effigi dei demoni e scendono in strada per le processioni, in cui vengono eseguiti rituali per mandar via gli spiriti maligni. I demoni vengono rappresentati tramite statue note come ogoh-ogoh; ogni villaggio crea le sue, in una sorta di sfida a chi ne realizza di più belle, che però, purtroppo, non avranno vita breve, in quanto verranno bruciate subito dopo la processione. A proposito di processione, alcune volte potreste osservare masse di gente camminare in cerchio; lo fanno di proposito, per confondere gli spiriti maligni che potrebbero averli seguiti durante il rituale.

Vivere il giorno del silenzio da turisti

Arriva poi il momento del Nyepi: gli abitanti di Bali lo trascorrono perlopiù a meditare, mentre per i turisti è assolutamente obbligatorio rimanere in hotel. Persino le luci vengono abbassate, e il silenzio è la regola d’oro. Se pensate di viaggiare a Bali durante il giorno del silenzio, vi consigliamo di scegliere una struttura ricettiva con più comfort possibili quindi magari un hotel o un resort dotati di piscina e di varie aree all’aperto dove potersi rilassare e socializzare con altri ospiti della struttura. Tuttavia, mettete in conto che durante questa festività, gran parte dello staff dell’hotel sarà assente, intento a celebrare questa importante ricorrenza quindi acquistate i generi alimentari di cui avete bisogno per tutta la giornata. Se volete invece essere indipendenti potete pensare di affittare una villa con piscina privata e angolo cottura in modo da poter essere autosufficenti con il cibo.

Durante il giorno del Nyepi, tutti i negozi sono chiusi, e le TV e le radio non trasmettono. I vostri smartphone smetteranno di funzionare dunque no internet no chiamate. A nessuno è concesso di muoversi per l’isola, eccezion fatta per le pattuglie che si assicurano che il silenzio venga rispettato, e ovviamente per i mezzi di soccorso d’emergenza.

Potreste pensare di voler trascorrere il giorno del silenzio in spiaggia, magari in disparte senza dar noia a nessuno. Ma questo purtroppo non vi sarà possibile, in quanto le spiagge sono off limits ed è vietato camminare per strada. L’unica eccezione è per le donne che stanno per partorire, alle quali è concesso di non prendere parte al Nyepi.

Infine, un avvertimento: la partecipazione al Nyepi è obbligatoria dovunque vi troviate a Bali, e le strade sono controllate dai “pecalang”, uomini in divisa che si assicurano che non vi siano infrazioni. Infrangere questa regola potrebbe costarvi molto caro.

Le feste prima e dopo il Nyepi

Se scegliete di visitare Bali durante il giorno del silenzio vivrete sicuramente un’esperienza unica e indimenticabile. Lo svantaggio evidente è che perderete completamente un giorno di vacanza, ma questa sofferenza potrebbe essere ricompensata dal fatto che, la sera prima, sull’isola ci sono tantissime feste e celebrazioni, mentre il giorno dopo è il turno dell’omed-omedan, una particolare cerimonia che si tiene a Denpasar nota anche come “il rituale del bacio”, in cui i giovani da 17 a 30 anni non sposati vengono separati per sesso e messi faccia a faccia, baciandosi rapidamente mentre gli altri partecipanti lanciano loro un secchio d’acqua. E’ curioso notare come questa cerimonia sia diventata un’occasione di incontro per i single, e che alcune coppie si siano conosciute attraverso questa tradizione.

Le date del giorno del silenzio

Il Nyepi viene celebrato in base al calendario Saka, che segue le fasi lunari. Pertanto il giorno preciso varia di anno in anno; tipicamente la ricorrenza cade tra marzo e aprile. Nel 2020, il Nyepi sarà celebrato il 25 marzo, mentre nel 2021 la data sarà il 14 marzo. Qui di seguito tutti gli anni fino al 2030.

AnnoDataAnno Saka
2020Mercoledì, 25 marzo1942
2021Domenica, 14 marzo1943
2022Sabato, 3 marzo1944
2023Mercoledì, 22 marzo1945
2024Lunedì, 11 marzo1946
2025Sabato, 29 marzo1947
2026Giovedì, 19 marzo1948
2027Lunedì, 8 marzo1949
2028Domenica, 26 marzo1950
2029Giovedi, 15 marzo1951
2030Martedì, 5 marzo1952

Commenti e opinioni degli utenti