Soggiornare a Bali per molto tempo oppure doversi muovere autonomamente, potrebbe richiedere la necessità di guidare un’auto o uno scooter. Guidare nel sud-est asiatico non è lo stesso che guidare in Europa o negli Stati Uniti. Il traffico è impressionante e caotico. Occorre un po’ di tempo per capire le abitudini della gente del posto quando si trova al volante e quali sono le regole della strada. Bali, da questo punto di vista, non fa eccezione.

Vediamo quali sono le principali informazioni da conoscere per poter guidare a Bali.

Condizioni delle strade

A Bali si utilizza la guida a sinistra, come quella inglese. La segnaletica stradale lascia un po’ a desiderare. Potrebbe, quindi, succedere che la strada su cui ti trovi possa restringersi improvvisamente senza alcun avviso preventivo.

Non è strano che le carreggiate possano essere invase da ogni tipo di animale come galline, cani o mucche. Il flusso del traffico è molto lento, le vetture si tengono sui 40 km/h e sulle arterie principali non superano i 70 km/h. Potresti trovarti improvvisamente con una strada chiusa al traffico, se è previsto il passaggio di una processione. Anche la condizione delle vie non è sempre ideale. Il manto stradale è irregolare, con buche o sassi che invadono i bordi delle carreggiate.

Abitudini di guida a Bali

A Bali, come del resto in quasi tutto il sud-est asiatico, l’uso del clacson è imperativo per effettuare in strada qualunque tipo di comunicazione. Se vuoi sorpassare qualcuno, ad esempio, devi suonare il clacson per avvertire della tua presenza, altrimenti il veicolo davanti a te potrebbe spostarsi improvvisamente, tagliandoti la strada.

La regola principale è quella di fare bene attenzione a quello che succede davanti a te, durante la guida e adattarti alle varie situazioni che potrebbero verificarsi. Per questo è imperativo andare piano e usare molto cautela alla guida. Ad esempio, i balinesi hanno l’uso di immettersi in una strada senza guardare e potresti trovarti un veicolo davanti all’improvviso.

Non mettersi mai alla guida se hai bevuto!

Guidare una moto o uno scooter a Bali

Se decidi di affittare uno scooter, è molto probabile che ti verrà consegnato un veicolo a due ruote di marca giapponese 125 di cilindrata. Sono veicoli ad accensione automatica, molto facili da guidare, anche se non sei abituato a farlo. Possono raggiungere anche i 100 km/h, sono davvero molto veloci, ma è meglio non guidare in modo spericolato a Bali.

Non è difficile incappare in un incidente con turisti. Purtroppo gli stranieri sottovalutano il tipo di traffico che esiste sull’isola, credono di poter gestire in modo ottimale la guida di un veicolo su questo tipo particolare di strade, ma non è così. Spesso guidano in stato di ebbrezza.

Girare in moto sull’isola può essere una buona idea per spostarsi per brevi tratti: raggiungere la spiaggia, fare la spesa, uscire per mangiare, ma bisogna guidare con molta prudenza.

Guidare la notte in scooter può essere pericoloso. Un animale all’improvviso può tagliarti la strada. Poiché durante i lavori di manutenzione delle strade, il materiale di costruzione viene lasciato a bordo della strada, è facile trovarsi all’improvviso davanti un cumulo di sabbia o di pietre che invade la corsia. Per i Balinesi questo è normale, ma i turisti stranieri non sono abituati a tale anarchia sulle strade.

È bene salire su uno scooter con scarpe chiuse, evitando di guidare con le infradito o scalzi. Non è sicuro. Indossare sempre il casco. Se si indossa un casco senza visiera, si consiglia di inforcare gli occhiali da sole perché la condizione delle strade è tale da far alzare molta polvere che potrebbe finire negli occhi.

Fai sempre attenzione alla guida. Quando piove le strade diventano scivolose e vengono invase da detriti di ogni tipo. Resta sempre concentrato su quello che succede davanti a te, in modo da essere pronto all’occorrenza.

Cosa serve per guidare a Bali

Per guidare a Bali serve una patente internazionale, che si può richiedere presso il proprio Paese. Si può anche richiedere una patente di guida turistica temporanea a Bali, ma solo se si è in possesso del visto KITAS/Indonesia a lungo termine. La richiesta va fatta presso la stazione di polizia di Denpasar. Il costo è di circa 30 dollari. Si compila un modulo a risposta multipla. Serve passaporto e contante per il pagamento. In realtà questo è un modo per la polizia locale di incassare qualche soldo extra. Per la richiesta devi avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Spesso essere fermati dalla polizia perché sprovvisti di patente o di casco implica solo il pagamento di una multa, anche se si viene minacciati di più gravi sanzioni.

Noleggiare un’auto a Bali

Per tutte le ragioni viste sopra, non conviene noleggiare e guidare un’auto. Conviene, invece, noleggiare un auto con autista privato. I vantaggi sono diversi. Un conducente del posto conosce i pericoli delle strade e del traffico locale. Sa come destreggiarsi alla guida. Ti permette di riposare dopo una giornata di shopping o di escursioni, senza la preoccupazione di guidare in un posto caotico come Bali. Infine, se dovesse succedere qualcosa con la macchina, la colpa non sarà la tua.


Commenti e opinioni degli utenti