Bali è una delle mete più gettonate dell’Indonesia: per i suoi suggestivi paesaggi naturali, la barriera corallina, le risaie. Eppure non si può visitare quest’isola e rimanere immuni al fascino delle tipiche maschere balinesi.

L’origine delle maschere balinesi

Le famose maschere balinesi arredano le pareti di tutti i negozi di souvenir e artigianato dell’isola. Se ne possono trovare di svariati tipi, forme, colori e dimensioni. Anche durante gli spettacoli teatrali che si tengono all’aperto o nei locali di Bali, si possono ammirare indossate dai danzatori.

Queste maschere appartengono alla tradizione culturale dell’isola. Sono conosciute anche con il nome di “Tapei” e da più di mille anni costituiscono la parte caratterizzante dell’artigianato artistico di Bali. Con il tempo, la loro realizzazione, è divenuta più l’esecuzione di una vera e propria opera d’arte, che la rappresentazione di un costume tradizionale.

Le maschere di Bali sono sempre state utilizzate nelle danze e nelle cerimonie trazionali dell’isola. Sono maschere sacre, legate alla cultura religiosa del popolo balinese. Pensa che per realizzare quelle che vengono utilizzate nelle cerimonie religiose, l’intagliatore deve essere stato consacrato con un particolare rituale sacro. Al contrario, le maschere destinate ai turisti o quelle di uso comune, possono essere realizzate da qualunque artigiano capace.

Le maschere balinesi hanno tutte un significato spirituale, che nasce dalla corrente filosofica dell’Animismo secondo la quale la divinità non è un essere trascendente, ma c’è del divino in ogni cosa o luogo del mondo. Le maschere, quindi, sono create per ospitare spiriti e flussi di energie vitali. Durante le cerimonie religiose, gli spiriti si servono proprio delle maschere per manifestarsi in questo mondo.

Le forme delle maschere balinesi

Le maschere possono avere forme, colori e dimensioni diverse. Possono raffigurare qualunque cosa: persone, esseri inanimati, animali, ma possono anche rappresentare le emozioni come la rabbia, la calma, l’amore. Ogni tipo di maschera ha uno scopo specifico. Ad esempio quelle che ritraggono gli stati d’animo vengono usate in rituali specifici, ma anche in alcune danze o spettacoli per bambini.

Indossare una maschera è un onore e un compito sacro. Gli artisti che devono indossarne una per uno spettacolo, solitamente ricevono prima una sorta di purificazione religiosa. Questo perché, una volta pronti, diventeranno dei messaggeri divini, ovvero il mezzo per trasmettere ai giorni attuali un messaggio degli spiriti ancestrali.

L’artigianato delle maschere balinesi

Non tutti possono intagliare le maschere di Bali. Si tratta di una vera e propria forma d’arte, che viene trasmessa di generazione in generazione. Pochissimi intagliatori possono creare le maschere per le rappresentazioni rituali, specialmente quelle sacre di Barong (personificazione degli spiriti buoni) e di Rangda (personificazione di spiriti maligni).

Possono farlo solo individui consacrati con un rito speciale e che utilizzano il legno di alberi sacri come il Kepuh o il Pule, alberi che crescono nei cimiteri oppure nei pressi di luoghi di cremazione o di templi. Una volta raccolto, il legno viene lasciato a stagionare nel tempio del villaggio dove vive l’artigiano consacrato.

Le maschere comuni, invece, e quelle destinate ai turisti possono essere realizzate da qualunque intagliatore. Non è necessaria una preparazione rituale specifica. Per questo tipo di maschere si usa il legno di Punyan Pule, recuperabile nella foresta.

In generale la realizzazione di una maschera richiede tante ore di lavoro e una lunga preparazione, che va dalla sua progettazione, fino all’esecuzione finale. Oltre al legno, gli intagliatori utilizzano anche diversi altri materiali come pelli di capra o denti di cinghiale, ad esempio. Per ogni tipo di maschera esiste uno stile ben specifico di realizzazione. Dopo l’intaglio, ogni progetto richiede ore di scrupolosa pittura. Per realizzare una maschera sacra, i tempi e i costi possono essere così elevati da richiedere la collaborazione di un’intera comunità.

Se sei a Bali per un viaggio ti consiglio di assistere almeno ad uno spettacolo con le maschere, per ammirarne la fattura e la particolarità. È possibile acquistarne qualcuna come ricordo del tuo viaggio sull’isola oppure come investimento in una vera e propria opera d’arte.

Maschere Balinesi da comprare online

Sappiamo bene che preparare la valigia per il viaggio di ritorno non è mai facile. Vogliamo portarci a casa tantissimi souvenir del posto che visitiamo ed in questo caso una delle caratteristiche maschere balinesi per abbellire le nostre case. Se anche tu hai lo stesso problema sappi che se ne trovano anche online. Ecco i siti dove puoi trovarle:


Commenti e opinioni degli utenti