Ubud è indicato in tutto il mondo come un centro per la cultura, le espressioni e le opere d’arte balinesi e ospita vari castelli, vecchi santuari, centri storici e mostre di artigianato. Antonio Blanco, Auke Sonnega, Rudolf Bonnet, Walter Spies, C.L. Dake, Donald Friend, Louise G. Koke, Frida Holleman, Flip Hamers, Han Snel e Maria e Willem Gerard Hofker sono solo una parte degli artigiani e delle autorità che hanno visitato, vissuto e lavorato a Bali, creando o ordinando diverse e fantasiose opere che puoi vedere nei vicini centri storici e mostre d’arte.

Le sale espositive e le esposizioni sono disposte su Jalan Raya (la via principale di Ubud), Jalan Hanoman (che corre parallela alla Jalan Monkey Forest e corre est-ovest attraverso il punto centrale della città), Jalan Pengosekan (situata a tre chilometri dal centro di Ubud), e Campuhan (una piccola città a ovest e a nord-ovest della via principale di Ubud). Le altre bellezze che si si possono apprezzare ad Ubud sono le ricche e verdeggianti risaie, antichi templi e residenze reali disseminate in 14 città vicine.

Ecco la lista delle cose da vedere a Ubud, le principali attrazioni del luogo:

La foresta delle Scimmie

La Foresta delle scimmie di Ubud è una delle poche foreste nel mondo ancora abitata da macachi, e forse la più conosciuta. Abitata da oltre 748 scimmie divise in 6 gruppi, si trova ai margini della zona centrale di Ubud ed è regolato dalla città di Padangtegal.

Anche chiamata Foresta Sacra delle Scimmie di Padangtegal è un sito di angoli ultraterreni e sociali con santuari benedetti dagli abitanti dei villaggi del vicinato.

Approfondisci >>


Grotta dell’elefante

Goa Gajah(detto anche Grotta dell’Elefante) è una delle destinazioni archeologiche più incredibili dell’isola, situata a sud della città di Bedulu, un quartiere ben noto per il suo accumulo di luoghi storici. Il complesso del santuario si trova a sei chilometri a sud della focale di Ubud ea un’ora di auto a est della capitale comune di Denpasar.

In fondo a una scalinata, troverete un cortile pieno di reliquie e la “resa” fondamentale dell’undicesimo secolo in cui è possibile entrare per vedere sculture di divisori di scuotimento e un sito di meditazione, mentre fuori sul confine ci sono un santuario indù e una doccia notevole piscina con sorgenti, riesumata nel 1954.

Approfondisci >>


Risaie Terrazzate

A pochi minuti a nord del centro di Ubud si trova la fresca zona montagna di Tegallalang, dove si trovano le risaie terrazzate, uno dei più bei posti di Ubud dove è impossibile non rimanere a bocca aperta una volta arrivati. Qui è possibile comprare souvenir d’artigianato in uno dei tantissimi negozietti che troverete.

Un’altra caratteristica adiacente è l’interessante città di Pakudui, dove è possibile individuare un assortimento di decorazioni in legno e intagli diversi senza precedenti. Tra le molte figure leggendarie tagliate, il Garuda è da tutti gloriosamente presente nelle manifestazioni.

Approfondisci >>


Palazzo Reale

La residenza reale della famiglia illustre di Ubud, chiamata anche Puri Saren Agung. Il Palazzo Reale è uno dei luoghi più importanti di Ubud, dato che si trova proprio sulla strada principale Jalan Raya Ubud e sul punto di passaggio. La residenza reale può essere considerata anche la pietra miliare di Ubud.

Il palazzo fu la dimora del defunto Ida Tjokorda Putu Kandel (1800-1823), ed è ben tenuta dai suoi beneficiari. Una visita al Puri Saren è su una considerevole quantità di guide per la regione di Ubud. Sono state salvaguardate l’ingegneria balinese e le incantevoli ambientazioni del vivaio, ed è anche sede degli spettacoli serali di Ubud.

Approfondisci >>


Campi di Riso di Campuhan

Per un trekking naturalistico libero o delle semplici passeggiate in mezzo alla natura raggiungi i campi di riso di Campuhan che ti offrono una pausa dai clamori dei viali principali di Ubud per apprezzare la fresca aria esterna e probabilmente la più bella vista panoramica sul pendio del posto.

Inizia dal grande tempio Gunung Lebah, dove hai la possibilità di incontrare un paio di trekker e jogging in viaggio nelle loro passeggiate mattutine.

Approfondisci >>


Museo Don Antonio Blanco

Continuiamo con la lista di cosa vedere a ubud con il museo Blanco Renaissance, la casa e lo studio del defunto maestro filippino Don Antonio Blanco che è una tappa fondamentale a Ubud. Situato su una vetta sopra la ricca valle di Campuhan, ospita rappresentazioni, arrangiamenti e versi mostrati, insieme a opere d’arte litografica del suo soggetto più amato: le donne nude balinesi.

Gli intriganti accumuli, l’ambiente ricco di giardini e un raffinato ristorante ne fanno una tappa inperdibile nelle tue visite a Ubud.

Approfondisci >>


Tempio Taman Saraswati

Il Saraswati è un’incantevole tempio sull’acqua nel centro di Ubud, aperta dalla strada laterale Jalan Kajeng, fuori dalla strada principale di Jalan Raya Ubud, dietro al Café Lotus.

Il santuario è una sosta straordinaria lungo le vostre passeggiate ricreative attraverso la città di Ubud, offrendo visite turistiche e fotografiche con la sua consolidata ingegneria dei santuari balinesi e una deliziosa sala che mette in risalto i laghi carichi di germogli di loto rosa. L’ingresso al tempio è gratuito, allo stesso tempo in modo simile a qualsiasi visita al santuario di Bali, è necessaria una sciarpa e un sarong intorno alla parte centrale.

Approfondisci >>


Cascate di Tegenungan

Queste cascate sono strategicamente posizionate tra Ubud e la capitale comune di Bali, Denpasar. Sono considerate le attrazioni più naturali della zona, raggiungibili da Ubud a circa 30 minuti. Raggiungere le cascate, è un’affascinante passeggiata lungo le strade cittadine riparate con distese di risaie verdi sui due lati.

Per raggiungere le cascate, si prosegue lungo un sentiero oltre le linee di negozi di souvenir, con vista sulla valle verde. Le fitte foglie delineano le cascate e il volume dell’acqua è ottimo in ogni periodo dell’anno.

Approfondisci >>


Monte Batur

Proseguiamo con l’elenco di cosa vedere a Ubud con uno dei simboli di Bali: il Monte svetta sull’isola, è possibile ammirarlo anche a chilometri di distanza, ma allo stesso tempo si può anche scalare. Almeno in parte. Immergersi nella magnificenza del monte Batur è un’esperienza imperdibile per chi si rechi a Ubud in vacanza. Montagna sacra agli indù, è in grado di regalare emozioni uniche, che mescolano sacro e profano, natura e mistero. L’esperienza più bella? Ammirare il sorgere dell’alba dalla sua cima. Se siete sportivi o avete voglia di faticare, una scalata da non perdere.

Approfondisci >>


Museo delle arti Agung Rai

Un po’ museo, un po’ resort di lusso. L’Agung Rai Museum of Art (ARMA) è un ricettacolo di cultura balinese, il luogo giusto per capire il legame tra la cultura dell’isola e le sue tradizioni artistiche. Da oltre 20 anni l’Arma è in grado di offrire un’esperienza di benessere e divertimento ai propri visitatori, immersi nella cultura e nell’arte. Centro culturale con spa e ristoranti, un piacevole luogo dove trascorrere una giornata dalla mattina fino alla sera. Tra benessere e divertimento, è il luogo ideale per ammirare i dipinti e le opere d’arte di artisti locali e stranieri. Un must see di Ubud.

Approfondisci >>


Museo Puri Lukisan

Il Puri Lukisan Museum è il più antico museo di Bali, specializzato in arte moderna. All’interno è possibile trovare una collezione di pittura tradizionale balinese e scultura in legno. Situato a Ubud, è considerato come l’accorpamento più significativo di opere dell’isola: al suo interno è possibile ammirare opere realizzate prima della guerra d’indipendenza (130-1945) fino ai giorni nostri. La collezione racchiude molti importanti esempi di stili artistici di Bali, tra i quali quelli delle scuole di Sanur, Batuan, Ubud e Keliki.

Approfondisci >>


Museo dell’arte Neka

Il Neka Art Museum è un museo fondato a Ubud nel 1982 da Suteja Neka, un insegnante locale che ha raccolto centinaia di opere di artisti balinesi. Il museo racchiude in sé la cultura architettonica indonesiana, con edifici separati, ognuno dei quali svolge una funzione differente. Il visitatore si può immergere in una serie di gallerie diverse tra loro, con dipinti classici e opere indonesiane moderne e contemporanee. Una sezione è dedicata anche ai lavori e alle opere di artisti stranieri.

Approfondisci >>


Tempio Tirta Empul

Tirta Empul è il tempio della sorgente sacra più importante di Bali. Il complesso del tempio è fatto da vasche balneabili, famoso per la sua acqua sorgiva sacra, dove i balinesi di religione indù si recano per il rituale bagno di purificazione.

La sorgente alimenta vari bagni di purificazione, piscine e stagni di pesce che circondano il perimetro esterno, che sfociano tutti nel fiume Tukad Pakerisan.

Si trova nella zona di Tampaksiring, a circa 30 minuti di auto da Ubud.

Approfondisci >>


Galleria dell’arte Komaneka

Concludiamo la lista di cosa vedere a Ubud con una galleria di opere d’arte contemporanee create da artisti locali. Il Komaneka Fine Art Gallery racchiude nella propria collezione le nuove spinte artistiche di pittori e artisti balinesi, riflesso delle tradizioni e degli stili di vita moderni dell’isola. Un esempio di rinnovamento della cultura, all’insegna delle spinte modernizzanti locali e straniere.

Approfondisci >>


Commenti e opinioni degli utenti